Focolai di salmonella in Europa. Primi casi anche in Italia, a Ravenna

164

Un’epidemia di Salmonella typhimurium è stata identificata in 9 Paesi europei UE/EEA (Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Svezia) e Regno Unito. Secondo quanto riportato dal Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC), all’8 aprile 2022 sono stati segnalati 150 casi (119 confermati e 31 probabili), soprattutto tra bambini con meno di 10 anni. L’epidemia è caratterizzata da un numero insolitamente elevato di bambini ricoverati, tra cui alcuni con una sintomatologia grave e caratterizzata da gravi forme di diarrea, mista a sangue. Le indagini epidemiologiche hanno permesso di identificare una particolare marca di prodotti a base di cioccolato come veicolo dell’infezione ed è già stato avviato il loro ritiro per evitare l’aumento dei casi. Ulteriori indagini sono in corso per identificare le cause e valutare il livello della contaminazione così da prevenire l’immissione in commercio di ulteriori prodotti contaminati.

E proprio dalla cioccolata arriverebbero i primi casi sospetti di salmonella individuati a Ravenna. Secondo quanto emerge, anche nel nostro Paese la causa della salmonella sarebbe, con ogni probabilità, da ricercare negli ovetti Kinder prodotti nello stabilimento belga di Arlon. I Nas di Bologna hanno sequestrato la cioccolata della confezione di cui faceva parte quella consumata da un bambino di 12 anni a Ravenna poco prima di sentirsi male. Il piccolo, cui è stata diagnosticata la salmonella, è rientrato a casa dopo un breve ricovero; anche la sorella, secondo quanto riporta il Corriere di Romagna, ha accusato qualche piccolo malessere dopo aver consumato dello stesso prodotto. Il sequestro è avvenuto in seguito all’esposto presentato dai genitori.