“Fermiamo la sclerosi multipla con un fiore”

135

Circa 200mila piante di Gardenia verranno distribuite da 14mila volontari per la lotta alla sclerosi multipla. Con questo gesto, AISM inviterà tutti a sostenere la ricerca contro la sclerosi multipla. Promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, la manifestazione Bentornata Gardensia si svolge, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 maggio e ricorre nel periodo dedicato all’informazione sulla malattia e alla ricerca scientifica, la Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, dal 30 maggio al 5 giugno in cui si celebra, ogni 30 maggio, la Giornata Mondiale della SM, il World MS Day, mobilitazione cui aderiscono 70 Paesi di tutto il mondo.

È possibile prenotare la propria pianta di Gardenia, a fronte di una donazione minima di 15 euro, contattando la Sezione Provinciale della propria città, il cui elenco è consultabile su http://www.aism.it/gardensia. “Nel mese di maggio, tradizionalmente dedicato all’informazione e alla sensibilizzazione sulla sclerosi multipla, ecco che fiorisce la Gardenia, uno dei fiori simbolo della solidarietà che per la nostra Associazione rappresentare la volontà di non arrenderci e di condividere il nostro impegno per fermare la sclerosi multipla”, dichiara Francesco Vacca, presidente Nazionale AISM. I fondi raccolti con l’iniziativa andranno a sostenere la ricerca scientifica e permetteranno ad AISM di garantire le risposte di cura, di assistenza e di supporto per le persone con SM sul territorio.

Cronica, imprevedibile e invalidante, la sclerosi multipla è una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale. Il 50% delle persone con SM è giovane e non ha ancora 40 anni. Colpisce le donne 2 volte più degli uomini. In Italia sono 133mila le persone colpite da sclerosi multipla, con 3.600 nuovi casi ogni anno: 1 ogni 3 ore. La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate ma grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone con SM. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica.

Attivo per le donazioni anche il numero solidale 45512. I fondi raccolti andranno sostenere lo studio sull’impatto della pandemia COVID-19 nella vita delle persone con SM e il progetto sull’implementazione del Registro Italiano Sclerosi Multipla e Patologie Correlate, strumento essenziale per la ricerca e per l’organizzazione di servizi sanitari e sociali. Gli importi della donazione saranno di 5 o 10 euro da chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, WindTre, Fastweb e Tiscali, di 5 euro da chiamata da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile e di 2 euro con SMS da cellulare personale WindTre, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali.

Presenti al fianco di AISM per promuovere l’evento 3 attrici: Antonella Ferrari, che ogni giorno in qualità di attrice, scrittrice e giornalista manifesta il proprio forte impegno per lotta alla sclerosi multipla, malattia che l’accompagna da quando aveva 19 anni e che quest’anno celebra i 20 anni come madrina di AISM; Chiara Francini, attrice, da molti anni al fianco di AISM; l’attrice Ester Pantano, che ha voluto abbracciare la causa di AISM facendosi portavoce dell’impegno dell’Associazione.