Ecoterapia per il trattamento delle vene varicose

592

L’ecoterapia è una tecnica innovativa basata sulla tecnologia degli ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU). A differenza della chirurgia convenzionale, dell’ablazione laser o a radiofrequenza, la terapia a ultrasuoni è una procedura completamente non invasiva che non lascia cicatrici. Il trattamento viene pianificato durante un consulto medico preliminare e di solito richiede una sola seduta. In tutti i casi, il paziente può immediatamente riprendere le attività quotidiane. Per il trattamento specifico delle vene varicose, Theraclion ha sviluppato la piattaforma robotica Sonovein®. Il suo funzionamento è simile a quello di una lente d’ingrandimento che concentra i raggi solari su un unico punto; in questo caso, concentra onde di ultrasuoni terapeutici ad alta intensità, generando un aumento di temperatura nel punto individuato: la vena viene così riscaldata e si restringe fino a chiudersi.

Gli ultrasuoni hanno la proprietà di attraversare facilmente la pelle in modo che l’effetto terapeutico desiderato si verifichi solo nel punto focale, proteggendo la parte di epidermide circostante. La tecnica può dunque essere impiegata anche dopo il fallimento di altri trattamenti o nei casi in cui le altre opzioni convenzionali non possono essere eseguite a causa del tipo di vena. “Questo trattamento è l’unica opzione esistente per trattare una vena varicosa dall’esterno, aggravando ultrasonicamente la parete venosa senza doverla incidere o rimuovere”, dichiara il dott. Paolo Casoni, chirurgo vascolare e direttore Centro Medico Ippocrate di Parma, che utilizza la tecnologia. “Questo è sensazionale perché apre la strada a possibilità terapeutiche in flebologia che prima erano impensabili. Mi riferisco soprattutto all’opportunità unica di coniugare la conservazione del patrimonio venoso con l’intervento mirato, dall’esterno, dei soli punti refluenti. Conservazione e non invasività. Questo – afferma – è il futuro.”