Diabete. Una giornata mondiale di sensibilizzazione e prevenzione

672

Dal 1991, il 14 novembre di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Diabete, istituita dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Lo scopo è sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sul diabete, una patologia grave e diffusa che può essere prevenuta e curata grazie all’adozione di un corretto stile di vita nel caso del diabete di tipo 2, combinato con interventi farmacologici nel diabete di tipo 1. Il diabete di tipo 2, talvolta, non viene diagnosticato al suo insorgere per l’assoluta mancanza di ogni sintomatologia. Si calcola infatti che almeno un terzo di tutti i pazienti diabetici non sappia realmente di esserlo e giunge alla diagnosi solo dopo l’insorgenza di una complicanza come, per esempio, un infarto del miocardio, un ictus o dopo l’esecuzione di test di routine. Lo screening per la diagnosi di diabete e pre-diabete dovrebbe essere effettuato in tutti i soggetti adulti, anche se privi di sintomi, qualora siano in sovrappeso e portatori di uno o più fattori di rischio come ipertensione (valori uguali o superiori a 140/90 mm/Hg), iper-trigliceridemia (maggiore a 150 mg/dl), pregresse malattie cardiovascolari.

Nel 2017, in Emilia-Romagna oltre 244mila persone hanno avuto una diagnosi di diabete 1; tale patologia e le complicanze a essa associate sono ancora oggi un’importante causa di ricovero ospedaliero. Nello stesso anno, nella Regione Veneto, circa 300mila individui hanno avuto una diagnosi di diabete, di cui circa 15mila di diabete tipo 1 e la maggior parte dei rimanenti una diagnosi di diabete tipo 2. Accanto a questi casi, si stima che circa 100mila persone abbiano la malattia senza saperlo. Tale patologia cronica è in costante crescita; in particolare nel Veneto, ogni anno si registrano 200 nuovi casi di diabete tipo 1 e 20mila di diabete tipo 2.

“Un’alimentazione bilanciata e un controllo della formulazione dei pasti – afferma la dott.ssa Aurora Modeo, biologa nutrizionista – rappresentano la cura essenziale del diabete di tipo 2 e un fondamentale supporto alla terapia farmacologica nel diabete di tipo 1.”