Dance Well, ricerca e movimento per il Parkinson

400

Triennale Milano presenta Dance Well – Ricerca e Movimento per il Parkinson, iniziativa per promuovere la pratica della danza contemporanea in spazi museali e contesti artistici, che si rivolge principalmente, ma non esclusivamente, a persone che vivono con il Parkinson. Le classi si terranno tutti i giovedì a partire dal 3 marzo 2022, dalle ore 10:00 alle ore 11:00, per tutto il 2022. Il progetto è partito nel 2013 dal CSC – Centro per la Scena Contemporanea del Comune di Bassano del Grappa. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del lavoro svolto da Triennale rispetto al tema dell’accessibilità. Il programma è sempre più diffuso sul territorio nazionale: Bassano del Grappa, Schio, Verona, Torino, Firenze, Roma, Bergamo, Milano e, da gennaio 2022, anche Castelfranco Veneto e Recanati. La pratica consiste in lezioni di danza che si svolgono in spazi artistici (musei, pinacoteche, ville, parchi). Lo spazio artistico è uno degli elementi che distingue Dance Well dalle pratiche tradizionali in sale di danza, palestre o spazi per la riabilitazione in senso stretto.

Le lezioni di danza sono condotte da istruttori certificati, liberi di adottare diversi approcci, tecniche e stili attraverso le proprie proposte artistiche. Il gruppo di lavoro che porterà avanti la pratica in Triennale è composto da Alessandra Onnis, Emanuele Enria, Serena Marossi, Simone Moretti. La pratica Dance Well è artistica, ma include varie strategie riabilitative, esercizio aerobico, immaginazione motoria, tecniche di cueing, training propriocettivo e sensitivo-motorio specifici per i sintomi delle persone con Parkinson. Fondamentale, per lo sviluppo della pratica e l’aggiornamento degli insegnanti, la collaborazione con le strutture sanitarie che hanno sviluppato e sostenuto il progetto. Nel 2015, il dott. Daniele Volpe, responsabile del Centro per la Malattia di Parkinson e i Disordini del Movimento, Casa di Cura Villa Margherita, Arcugnano, ha condotto uno studio di misurazione sui propri pazienti, alternando la pratica di Dance Well a quella riabilitativa. Dall’analisi dei dati, la proposta Dance Well può essere definita ugualmente valida rispetto alla riabilitazione tradizionale, con “migliori impatti a livello emozionale”. La pratica è citata anche nel libro Dancing with Parkinson’s, della dott.ssa Sara Houston, ricercatrice dell’Università di Roehampton, e dall’OMS, tra le pratiche artistiche per il benessere psico-fisico.

La partecipazione è aperta a tutti; le classi, a numero chiuso, sono gratuite. Iscrizione obbligatoria. Iniziativa di Triennale Milano e del Comune di Bassano del Grappa, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Giovani Parkinsoniani, con il sostegno di Eni, Lavazza, Clear Channel e ATM.