La “variante indiana” identificata a Bassano, Veneto

Preoccupazione per l’arrivo di un nuovo ceppo del coronavirus in Italia, questa volta dall’India e riscontrata in Vento. “A Bassano, in provincia di Vicenza, abbiamo i primi 2 pazienti, sono 2 indiani, con la variante indiana”, dichiara il presidente della Regione, Luca Zaia, durante il consueto punto stampa. Si tratta di un uomo e di sua figlia, maggiorenne; i due sarebbero di recente rientrati da un viaggio in patria. Al momento non presentano sintomi particolari e sono in isolamento presso la propria abitazione. La variante è stata identificata grazie al sequenziamento effettuato presso l’Istituto Zooprofilattico delle Venezie. “Se è arrivata in Veneto è anche in altre parti d’Italia, perché il nostro sistema di controllo ha una sensibilità bassissima”, afferma Andrea Crisanti all’AGI. “Deve preoccuparci molto perché questa variante ha un’elevata trasmissibilità ed è caratterizzata da mutazioni che le permettono di sfuggire ai vaccini anti-Covid.”