Terapie intensive in affanno. Il 14 gennaio riaprono 2 moduli in Fieramilanocity

103

Il 14 gennaio saranno riattivati i primi 2 moduli di terapia intensiva nella struttura temporanea allestita in Fieramilanocity, coordinata dal Policlinico di Milano, per assistere nuovamente pazienti Covid-19-positivi che necessitano di cure intensive da tutto il territorio lombardo, in collaborazione con la Direzione Generale Welfare della Regione. È la terza volta che la struttura viene attivata: come nei casi precedenti, il coordinamento è affidato al Policlinico di Milano, che mette a disposizione il personale tecnico, tecnico sanitario, amministrativo, farmaceutico e di supporto per la sua gestione; il personale sanitario (anestesisti e infermieri di area critica) è messo a disposizione dal Policlinico e dal Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, oltre che da diverse altre strutture pubbliche e private accreditate, al fine di non pesare su singoli reparti o aziende sanitarie regionali.

I primi due moduli attivati saranno di 15 posti letto ciascuno: il coordinamento dell’attività clinica sarà affidato al personale del Policlinico e del Niguarda, in collaborazione con le altre strutture coinvolte. Qui saranno accolte parte delle nuove richieste di ricovero per i pazienti più gravi con Covid-19, in modo da alleggerire le terapie intensive degli ospedali lombardi e per poterle dedicare ai pazienti con altre patologie.