Rientrato Niccolò. Vittime coronavirus salgono a 1.500; primo contagio in Africa

434

“Collaborazione massima con le autorità cinesi; sono state pienamente disponibili nonostante le difficoltà che stanno vivendo”. Con queste parole il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha annunciato l’arrivo di Niccolò, il 17enne rimasto bloccato più volte a Wuhan finalmente atterrato, poco prima delle 7:40, all’aeroporto di Pratica di Mare. Il nostro connazionale dunque è arrivato in Italia; sta bene, non ha febbre e si attendono i risultati dei tamponi effettuati allo Spallanzani, dove è stato trasferito in ambulanza. Il giovane friulano resterà in quarantena, sottoposto a ulteriori controlli.

In Cina il bilancio è salito a oltre 1.500 morti e circa 70mila contagiati. Registrato inoltre il primo caso in Africa, con il virus che raggiunge un territorio potenzialmente più “debole” in quanto a eventuali prevenzioni difensive da parte dei vari governi, facendo temere una ulteriore pericolosa facilità di contagio. Il tutto mentre, come riportato da numerosi corrispondenti stampa sul territorio, molte vittime si registrano tra il personale medico e paramedico.