Continua l’epidemia di morbillo in Europa e Italia

1023

Durante il 20017 tutti i paesi dell’Unione Europea hanno avuto casi di morbillo, tranne la Lettonia, il Liechtenstein, Malta e Norvegia. Nelle ultime settimane sono stati segnalati in Italia, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Irlanda, Romania e Spagna. Lo rileva un rapporto del Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (Ecdc). Complessivamente, tra il 2016 e 2017, 42 persone sono morte in Europa per colpa del morbillo, di cui 29 nell’ultimo anno. La maggior parte dei casi letali si sono avuti in Romania (21), seguita dall’Italia (3); Bulgaria, Germania, Portogallo, Spagna e Francia ne hanno avuto tutti uno.

Dai dati presenti nell’aggiornamento ai primi di settembre dell’Ecdc sembra che quest’anno l’epidemia stia colpendo un maggior numero di persone. In Italia, nel 2017, fino al 5 settembre, sono stati segnalati ben 4.444 casi, di cui 294 in operatori sanitari, su persone con un’età media di 27 anni. Nell’88% dei casi i malati non erano vaccinati e il 7% aveva avuto una sola dose di vaccino. Nel 2016 i casi riportati erano stati 861. Altra epidemia consistente è quella in corso in Romania, dove dall’inizio del 2016 fino al 1 settembre 2017 ne sono stati registrati ben 8.982 casi, di cui 1.969 nel 2016 e 7.013 quest’anno. Nella Repubblica Ceca, ad esempio, dall’inizio dell’anno ai primi di settembre, si sono avuti 136 casi contro i 5 dell’anno scorso nello stesso periodo. In Germania sono stati 866 contro i 233 del 2016, mentre in Grecia da maggio a settembre i casi sono stati 100 (negli ultimi tre anni erano stati solo 1 all’anno).