Collagenasi di Clostridium histolyticum per combattere l’Induratio Penis Plastica

1626

È stata autorizzata anche in Italia l’indicazione della collagenasi di Clostridium histolyticum per il trattamento della malattia di La Peyronie. Il farmaco di Swedish Orphan Biovitrum AB (Sobi™), non rimborsabile dal Servizio sanitario nazionale, è a disposizione degli specialisti per il trattamento di pazienti adulti colpiti da questa malattia, con una placca palpabile e una curvatura del pene di almeno 30 gradi. L’impiego della collagenasi di Clostridium histolyticum per il trattamento della malattia di La Peyronie era stato approvato a aprile 2015 nei 28 paesi membri dell’Unione europea (Ue) e già a dicembre 2013 da parte della Food and Drug Administration (FDA) negli Stati Uniti. La Collagenasi di Clostridium histolyticum è un trattamento farmacologico indicato per la malattia di La Peyronie e per la contrattura di Dupuytren e può rappresentare un’alternativa all’invasivo e, spesso, complesso intervento chirurgico. Il farmaco è una combinazione di due collagenasi purificate prodotte da clostridium, che distruggono per reazione enzimatica il tessuto fibroso o la placca di collagene. Il farmaco è somministrato attraverso iniezione locale, direttamente nel tessuto fibroso, formatosi nell’area palmare (malattia di Dupuytren) o nella placca del pene (malattia di La Peyronie). Nel primo caso, nelle 24/72 ore successive all’iniezione, è possibile attivare una procedura di estensione del dito per rompere la “corda” patologica di collagene. Nella malattia di La Peyronie, in aggiunta all’iniezione di collagenasi di Clostridium histolyticum, è comunque necessario associare un’attività di modellamento del pene. Tale azione deve essere effettuata dal medico durante ogni ciclo di trattamento nelle 24/72 ore successive alla seconda iniezione nel tentativo di modellare la placca fibrotica e proseguita poi, secondo le istruzioni del medico, dallo stesso paziente per le successive sei settimane.