Codacons: “Uno sportivo di 16 anni risarcito per danni da vaccino anti-Covid-19”

268

La vicenda viene resa nota dal Codacons, favorevole da sempre alla campagna vaccinale e ai vaccini ma che ha al tempo stesso avviato diverse iniziative legali affinché tutti i cittadini danneggiati dalle vaccinazioni possano ottenere gli indennizzi. In particolare, un giovane sportivo verrà risarcito per i danni da vaccino anti-covid-19 per una serie di ematomi a un braccio, sul collo e nella bocca causati da una riduzione delle piastrine. Di seguito, riportiamo le tappe principali ricostruite all’Adnkronos dal Codacons, che ha sostenuto e reso nota la vicenda. “[Il giovane è] uno sportivo nato a Rieti nel 2006 ma residente da tempo a Pisa, e che ha sempre goduto di ottima salute. Si sottoponeva a luglio 2021 alla somministrazione in una dose del vaccino Moderna. Il mese successivo alla vaccinazione si manifestavano i primi sintomi, con puntini rossi su braccia e gambe del ragazzo. A settembre la sintomatologia peggiorava, con un ematoma esteso sul braccio destro e sul collo, ‘bolle’ di sangue sul palato, sulla lingua e nelle guance interne. A questo punto il ragazzo si recava al pronto Soccorso di Pisa, dove veniva immediatamente ricoverato sulla base di un valore piastrinico nel sangue pari a 1000/mm3 (su un valore minimo di 150mila).”

Ad annunciare il risarcimento il Codacons: “Un ragazzo di 16 anni residente a Pisa riceverà un risarcimento per i danni da vaccinazione anti-Covid, dopo il definitivo accertamento della correlazione tra la somministrazione del vaccino e i gravi danni alla salute riportati dallo stesso”. A rendere nota la notizia è il Codacons – associazione che assiste legalmente il ragazzo – da sempre favorevole alla campagna vaccinale e ai vaccini ma che, al tempo stesso, ha da tempo avviato diverse iniziative legali affinché tutti i cittadini danneggiati dalle vaccinazioni possano ottenere gli indennizzi, in base alle legge 210/92.