CIOT2016: gli occhi dell’oncologia toracica tutti puntati su Napoli

1433

“Il filo rosso è la multidisciplinarietà”, spiega Fortunato Ciardiello, segretario AIOT, membro del Comitato organizzatore di CIOT2016, in corso a Napoli da giovedì 23 a sabato 25 all’Hotel Royal Continental, e Professore Ordinario di oncologia medica II Università degli Studi di Napoli, Presidente della Società Europea di Oncologia Medica. “Appuntamenti come quelli di CIOT2016 sono fondamentali per costruire un processo di educazione professionale ‘a più voci’ che è alla base del corretto approccio al paziente. Anche alla luce delle novità che ci vengono dalla Ricerca, la cura del paziente non è più solo nelle mani di un medico ma deve avvalersi delle competenze di un team. Ma tutto questo non deve e non può restare un buon proposito, dobbiamo fare in modo che qualsiasi paziente abbia accesso ad percorso diagnostico-terapeutico appropriato. E per far ciò è necessario che il Servizio Sanitario migliori la gestione delle risorse. Accanto alla Scienza, dunque anche la politica sanitaria. CIOT2016 sarà tutto questo, in linea con quanto fatto in questi anni dall’AIOT che, non a caso, ha messo a punto delle linee guida multidisciplinari proprio per cercare di rispondere all’emergenza sostenibilità in tutta Italia, visto che con l’immunoterapia siamo chiamati a raccogliere una sfida enorme.”