Chirurgia robotica e telemedicina alleate per la cura del paziente

219

Presso il San Giovanni Addolorata di Roma da circa 3 mesi è in atto una collaborazione tra la UOSD Chirurgia generale con tecnica robotica breve e il Servizio di Telemedicina mirata a garantire al paziente operato una presa in carico che consenta una degenza più breve e un accurato follow-up dedicato. Il San Giovanni è stato il primo Ospedale nel Lazio a installare il Robot Da Vinci, che consente di operare con strumenti sottili e miniaturizzati in grado di riprodurre i movimenti della mano del chirurgo; dal 2007, sono oltre 3mila gli interventi eseguiti.

Dopo una breve degenza, l’assistito esce dall’ospedale in dimissione protetta e viene monitorato a distanza dalla propria casa grazie al servizio di Telemedicina. Al paziente dimesso viene consegnata una strumentazione costituita da dispositivi che si collegano in modalità wireless al fine di monitorare tutti i parametri che l’assistito invia da casa: elettrocardiogramma, pressione del sangue, glicemia, saturazione. È inoltre prevista la possibilità di un consulto diretto con il chirurgo che ha eseguito l’intervento. I vantaggi per il paziente seguito in telemedicina sono una minore degenza postoperatoria; la possibilità di vivere in un ambiente protetto come è il proprio domicilio; la sicurezza e la tranquillità di essere seguito da un centro sanitario pubblico specializzato. Ad oggi, dalla Chirurgia robotica associata alla Telemedicina sono stati trattati 10 pazienti: di questi, soltanto per 1 si è reso necessario il rientro in ospedale a causa dell’alterazione dei parametri inviati.