Candeggina per le zampe degli animali? “Non va assolutamente usata”, Luca Robutti

1089

“La candeggina non va assolutamente usata, neanche diluita”, spiega Luca Robutti, presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari della provincia di Savona a Il Secolo XIX. “Si rischia di fare dei danni anche molto seri. I cuscinetti nelle zampe sono molto sensibili, si potrebbero generare abrasioni o anche effetti peggiori qualora ad esempio l’animale poi si leccasse le parti trattate. Sul muso ancora più risolutamente no. Tra gli effetti nocivi potrebbe portare a vomito, erosioni della mucosa, del tartufo (il naso, ndr) e delle labbra. La possibilità che capiti un passaggio dalle zampe alla casa e infine all’uomo è altamente improbabile. Se proprio si ha la necessità di pulire la zampe del proprio cane, si possono usare acqua e un poco di sapone neutro sciacquando accuratamente. In commercio, anche se in questi giorni può essere più difficile reperirle, esistono anche salviette e detergenti appositi a base di clorexidina sicuri e certificati.”

La precisazione si è resa necessaria dopo che Enrico Zibellini, veterinario intervistato da Barbara D’Urso, aveva spiegato come pulire le zampe dei propri cani dopo una passeggiata: “Basta una normale detersione e disinfezione delle zampe stando attenti ai polpastrelli per non irritarli quindi usando materiali disinfettanti molto diluiti a base di clorexidina o banalmente con della candeggina ma molto diluita e tamponare poi le zampe; per il muso è meglio stare attenti a parti delicate come occhi e mucose perché tutti i detergenti sono molto irritanti”, aveva dichiarato il veterinario.