Biopsia liquida per la diagnosi dei tumori

1766

Una rivoluzione importante si appresta a cambiare la diagnosi dei tumori. Si tratta della biopsia liquida, messa a punto da alcuni ricercatori italiani della Menarini Silicon Biosystems. Questo nuovo sistema di analisi molecolare di cellule singole, chiamato metodo DEPArray, prevede l’individuazione e l’isolamento di singole cellule tumorali o gruppi di cellule da campioni eterogenei. Le indagini, condotte su biopsie e aghi aspirati di tumori del seno, della prostata, del pancreas e del polmone confermano che il nuovo sistema consente di vedere le cellule tumorali una per una. “Il metodo DEPArray – ha spiegato Gianni Medoro, Chief Technology Officer di Menarini Silicon Biosystems e inventore della tecnologia DEPArray – consente di analizzare con successo campioni anche piccoli e di scarsa qualità in cui sono presenti cellule tumorali, scegliendole e isolandole una per una. Nato per la valutazione di cellule maligne rare presenti in campioni ematici liquidi, ora può essere impiegato anche per tessuti e tumori solidi”. I due nuovi studi, attraverso i quali è stata preannunciata la novità, sono stati presentati al congresso dell’American Society of Clinical Oncology (Asco), appena concluso a Chicago.