Bevande zuccherate e rischio cancro

1339

Bevande zuccherate ancora sotto accusa. Questa volta non solo diabete e obesità ma addirittura sviluppo di neoplasie, che a quanto pare sarebbero però legate proprio all’obesità. A sostenerlo uno studio francese che ha analizzato i dati relativi a 101.257 adulti francesi – 21% uomini e 79% donne – valutandone il consumo di bevande zuccherate. I partecipanti sono stati seguiti dal 2009 e il 2018, per un massimo di 9 anni, per stimare il rischio di sviluppare tutti i tipi di tumore e di alcune forme specifiche, come il tumore della mammella, del colon e della prostata. Dall’analisi dei dati è emerso che un aumento di 100ml al giorno nel consumo di bevande zuccherate era associato a un rischio aumentato del 18% di cancro in generale e del 22% di tumore della mammella.

I ricercatori hanno considerato inoltre i fattori di rischio confondenti per neoplasia, tra cui età, sesso, livello di istruzione, anamnesi familiare, fumo e livelli di attività fisica. Il consumo di bevande zuccherate è cresciuto in tutto il mondo negli ultimi decenni ed è legato all’obesità, che di per sé aumenta il rischio di cancro. Per il tumore della prostata e per quello colorettale non è invece stato riscontrato alcun legame, ma i ricercatori affermano che ciò potrebbe essere dipeso dal limitato numero di casi di questi tumori tra i partecipanti allo studio. La ricerca è stata pubblicata sul British Medical Journal.