Appello di Alisa ai donatori per la carenza di sangue in Liguria

“Data la grave carenza di sangue e piastrine, legata al crollo delle donazioni frenate dalla pandemia, il Centro Regionale Sangue della Liguria lancia un appello affinché i donatori si rechino presso i centri trasfusionali, i centri di donazione e le strutture associative per donare sangue e piastrine. La situazione si sta registrando in buona parte delle regioni italiane, poiché strettamente legata all’emergenza Covid, con l’aumento dei contagi anche fra i donatori. Alisa ricorda che per la donazione di sangue è richiesta la prenotazione telefonica o via e-mail. Si raccomanda di recarsi presso i centri trasfusionali solo dopo aver prenotato l’appuntamento. La donazione non presenta alcuna controindicazione con la vaccinazione anti-Covid. Si può infatti donare trascorse 48 ore dalla somministrazione del vaccino. per donare il sangue è necessaria la prenotazione e che vengono assicurate tutte le misure per la sicurezza del donatore.”

“È molto importante che i donatori rispondano all’appello per evitare di sospendere gli interventi chirurgici programmati”, dichiara Vanessa Agostini, direttore Centro Regionale Sangue della Liguria. “Ricordo che i servizi trasfusionali sono aperti tutti i giorni da lunedì al sabato, quello del san Martino anche la domenica.”

“Questo è il momento di donare il sangue nonostante la situazione sia strettamente correlata alla presenza di molti positivi, è importante che chi può donare lo faccia perché la sanità non si ferma ha bisogno di andare avanti”, afferma il presidente di Regione e Assessore alla Sanità, Giovanni Toti. “Con un semplice e generoso gesto si fa un grande servizio alla collettività.”