AIFA. Seconda dose di vaccino non necessaria se presente infezione dopo la prima

132

Se dopo la prima vaccinazione anti-SARS-CoV-2 ci si dovesse ammalare di COVID-19, non sarebbe più necessario somministrare la seconda dose del farmaco. “La prima dose di vaccino – spiega AIFA – evoca un’iniziale risposta immunitaria che conferisce una protezione solo parziale. Questa inizia, a seconda del tipo di vaccino, dopo circa 2-3 settimane dalla prima dose, mantenendo quindi il rischio di COVID-19 ancora consistente, seppur ridotto. La seconda dose di vaccino è necessaria, quindi, per incrementare la risposta immunitaria e ottenere la protezione vaccinale ottimale.” Nel caso però di infezione da SARS-CoV-2 successiva alla prima dose di vaccino, “non è indicato somministrare a queste persone la seconda dose vaccinale”. La vaccinazione parziale e la successiva infezione, precisa l’AIFA, “non precludono un eventuale richiamo della vaccinazione anti COVID-19 nel futuro, se i dati sulla durata della protezione immunitaria indicheranno questa necessità”.