Accordo ISS – Accademia dei Lincei per una maggiore comprensione dei meccanismi di contagio del coronavirus

202

L’Istituto Superiore di Sanità e l’Accademia dei Lincei collaboreranno per lo sviluppo di modelli che analizzino l’andamento dell’epidemia e l’impatto sul sistema sanitario nazionale. Lo prevede un accordo appena siglato tra i due enti, sulla base del quale l’Istituto metterà a disposizione degli esperti dell’Accademia i dati raccolti e i ricercatori dei due enti collaboreranno per le analisi di vari aspetti epidemiologici. “Credo fermamente nell’importanza di rendere disponibili i dati alla comunità scientifica”; afferma il presidente dell’ISS, Silvio Brusaferro. “Mi fa particolarmente piacere se questo avviene con un’istituzione autorevole e prestigiosa quale è l’Accademia dei Lincei.”

“Stiamo in una situazione in cui non sappiamo ancora con certezza quali siano i canali più rilevanti per la diffusione del virus”, dichiara il presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Giorgio Parisi. “Serve un grande sforzo coordinato della comunità scientifica per arrivare a una maggiore comprensione dei meccanismi di contagio e quest’accordo è un tassello importante in questa direzione.”

L’accordo avrà una durata di 1 anno e prevede che i due enti collaborino nelle stime del tempo di generazione dell’epidemia e del numero di riproduzione (Rt), con un monitoraggio dell’andamento di queste variabili nel tempo. È previsto inoltre che vengano prodotti modelli di trasmissione per stimare l’impatto del COVID-19 sul sistema sanitario.