89 medici, 26 infermieri, 6 farmacisti. È il prezzo pagato dal personale sanitario per COVID-19

228

Nelle ultime ore si sono registrate 10 nuove morti. Fra le vittime, anche 2 medici di famiglia. Il numero totale di decessi sale 89. E fino a oggi, un altro grosso tributo viene pagato dal personale paramedico: sarebbero infatti 26 gli infermieri deceduti per Covid-19, e 6.549 i contagiati. I dati sono stati forniti dalla Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche, Fnopi, che sottolinea anche come quella degli infermieri sia la categoria sanitaria che conta a oggi il maggior numero di positivi, con il 52% di tutti gli operatori.

Colpiti anche i farmacisti. “Sale dunque a 6 il triste conteggio dei colleghi morti a causa dell’epidemia”, informa una nota stampa dell’ordine, tramite il presidente FOFI, Andrea Mandelli. “Patrizio Forti Paolini, Francesco De Donno e Antonio Perani, il primo a Santa Vittoria in Mantenano (Fermo), il secondo a Maglie (Lecce), il terzo a Paratico (Brescia) esercitavano tutti in piccoli e piccolissimi centri, dimostrando in massimo grado il valore sociale che riveste la rete capillare delle farmacie, e la funzione di primo riferimento sul territorio che da sempre svolge il farmacista. Questo nuovo lutto – conclude Mandelli – sottolinea ancora una volta la necessità di provvedere alla protezione dei farmacisti, anche per non privare la comunità di un supporto oggi più che mai fondamentale. Ancora oggi abbiamo chiesto al Commissario Straordinario, Domenico Arcuri, di indicare modalità e tempi per la distribuzione dei dispositivi di protezione a tutti i colleghi che operano sul territorio, come chiediamo incessantemente dal 24 febbraio. A nome del Comitato Centrale e di tutti i farmacisti italiani faccio le mie più sincere condoglianze alle famiglie di Patrizio, Francesco e Antonio.”