100 iniziative per “salvare” il cuore

1743

Combattere le malattie cardiovascolari e tenere sotto controllo i fattori di rischio sono gli obiettivi al centro dell’impegno della Fondazione Italiana per il Cuore, che da oltre 15 anni coordina la Giornata Mondiale per il Cuore. Dal mese di settembre, sono state oltre 100 le iniziative di prevenzione delle malattie cardiovascolari per sensibilizzare le persone ad adottare uno stile di vita sano: dai test gratuiti sulla salute del cuore nelle farmacie di Milano e provincia alle conferenze aperte al pubblico, agli incontri in scuole, ospedali e comuni, oltre alle giornate di sport e alle manifestazioni ludico-motorie di vario tipo per promuovere corrette abitudini.

“Il coinvolgimento delle associazioni sportive e dei calciatori di serie A negli stadi è stato di grande impatto”, commenta Emanuela Folco, Presidente della Fondazione Italiana per il Cuore. “Lo sport è un grande alleato nella prevenzione di patologie cardiocircolatorie. Nell’ambito di questa iniziativa abbiamo anche invitato i tifosi ad andare allo stadio a piedi o in bicicletta, per associare una passione come il calcio ad un modo di vivere salutare.”

Gli ultimi appuntamenti si sono conclusi nei giorni scorsi a Matera, dove nella piazza principale sono stati eseguiti gratuitamente screening sui fattori di rischio cardiovascolare. “Non dobbiamo dimenticare che il numero di persone che si ammalano ogni anno di patologie cardiocircolatorie è in costante aumento; esse rappresentano la prima causa di morte in Europa e in Italia”, spiega Giuseppe Ciancamerla, Presidente di Conacuore. “La prevenzione resta un’arma fondamentale, specie se iniziata in età giovanile, attraverso un’alimentazione bilanciata, regolare attività fisica e l’eliminazione di abitudini poco salutari come il fumo e l’abuso di alcol.”