Vene varicose. Più frequenti nei soggetti alti

408

Essere alti aumenterebbe il rischio di sviluppare vene varicose. È quanto si sostiene in una ricerca americana condotta su circa 500mila soggetti che avevano preso parte allo studio inglese di Biobank. Grazie a una scansione su tutto il genoma, sono stati identificati 30 loci, molti dei quali coinvolti nello sviluppo di scheletro e vasi sanguigni, a suggerimento che l’altezza potrebbe essere una causa diretta delle vene varicose.

“Non sappiamo ancora perché l’altezza sia un fattore di rischio così forte per le vene varicose”, ammette l’autore principale dello studio, Nicholas Leeper, della Stanford University in California. “Potrebbe essere una questione di pura idraulica e gravità, con individui più alti che subiscono una maggiore pressione a livello venoso, causa di dilatazione del vaso. D’altro canto, gli studi genetici condotti hanno dimostrato che l’altezza non è solo associata alla malattia ma sembra anche esserne la causa. Una distinzione importante, perché i geni che regolano l’altezza umana potrebbero avere un ruolo nella struttura e nell’integrità delle vene.”

Più di 30milioni di persone negli Stati Uniti hanno un problema di vene varicose. Anche se questa condizione è spesso catalogata come un semplice fastidio estetico, può causare dolore moderato e essere collegata alla trombosi venosa profonda.

L’analisi ha mostrato che i soggetti più alti avevano il 74% di rischio in più di vene varicose. Inoltre, i ricercatori hanno esaminato i marcatori genetici associati alle vene varicose in 337.536 persone, 9.577 delle quali soffrivano di vene varicose; i risultanti 30 loci del genoma avrebbero fornito nuovi stimoli ai ricercatori per approfondire i meccanismi coinvolti nello sviluppo e nel rischio di varici. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Circulation.