Con vaccinazione, pertosse meno grave

754

vaccino, pertosse, vomito, infezioni, lucy mcnamarSecondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Clinical Infectious Disease, anche se la vaccinazione contro la pertosse non sempre previene l’infezione, sarebbe comunque in grado di ridurre, nel 60% di bambini e ragazzi, la probabilità di contrarre infezioni severe e del 30% l’incidenza di effetti collaterali importanti come il vomito, un sintomo caratteristico di infezioni gravi. I ricercatori americani del National Center for Immunization and Respiratory Diseases di Atlanta hanno esaminato dati relativi a 9.801 casi di pertosse, verificatisi tra il 2010 e il 2012 in pazienti di almeno tre mesi. Quasi 4 casi su 5 si sono verificati in pazienti con meno di 20 anni e più della metà delle infezioni aveva interessato bimbi sotto i 12 anni. “I risultati evidenziati sono molto importante perché dimostrano che anche se il vaccino contro non impedisce l’infezione, i casi che si verificano sono meno gravi”, spiega Lucy McNamara, del National Center for Immunization and Respiratory Diseases. “Questo significa meno ricoveri e meno complicazioni gravi per i pazienti.”amara