Tumore colon-retto, utili i controlli dai 45 anni

113

Abbassare l’asticella per la ricerca del tumore del colon retto. È questa l’indicazione contenuta nelle nuove linee guida dell’American Cancer Society, secondo cui lo screening per il tumore del colon-retto dovrebbe partire a 45 anni e non dai 50 anni come fatto finora, visto l’aumento dei casi giovanili e nella popolazione di mezza età. Sulla base dei risultati dello screening, se i test sulle feci (che vanno fatti annualmente) risultano positivi, dovrebbero essere seguiti da una colonscopia. I controlli regolari andrebbero fatti fino ai 75 anni, mentre dai 76 agli 85 anni deve essere il medico a decidere la tempistica, sulla base delle condizioni del paziente. L’incidenza del cancro del colon retto, pur se calata negli ultimi 20 anni nelle persone dai 55 anni in su grazie agli screening regolari, è invece aumentata del 51% sotto la soglia dei 50 anni, insieme al tasso di morte. È stato osservato che le persone nate negli anni Novanta hanno un rischio doppio di avere un tumore al colon e quadruplo al retto rispetto agli adulti nati negli anni Cinquanta. Le nuove linee guida dell’American Cancer Society sono state pubblicate sul Cancer Journal for Clinicians.