Transferrina, la proteina che “salva” la retina

544

Le malattie della retina sono una delle principali cause di ipovisione e cecità. Il distacco di retina negli adulti varia tra 10 e 55 casi ogni 100mila persone ogni anno ed è maggiore nelle persone con miopia. Ebbene, secondo una recente ricerca la transferrina, una proteina naturale, può controbilanciare l’accumulo di sostanze tossiche di ferro a livello della retina, prevenendone anche il distacco. È quanto sostiene una ricerca francese dell’Ospedale Necker-Enfants e dell’Inserm che ha notato come il suo uso possa essere complementare alla chirurgia per preservare la vista. I ricercatori hanno misurato la presenza di ferro nella parte vitrea dell’occhio e nel liquido sottoretinico dei pazienti. Dall’analisi dei dati è emerso che la saturazione del ferro è correlata a uno scarso recupero visivo. Sia in vitro e sia in vivo, il ferro induce una necrosi immediata e la morte cellulare ritardata dei neuroni. Al contrario, la transferrina riduce la morte dei neuroni indotta dal distacco della retina.  Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Science Advances.