Il testosterone migliora la minzione e l’attività sessuale

1837

La terapia con testosterone a lungo termine migliora la funzione urinaria e sessuale negli uomini con bassi livelli di testosterone (ipogonadismo). Lo studio di un gruppo di urologi di Boston ha indagato gli effetti a lungo termine della terapia sostitutiva con testosterone sulla funzione urinaria e sessuale di soggetti ipogonadici. In totale sono stati studiati 656 uomini di età media di 60 anni con livelli di testosterone di 12.1 nmol/l o meno e sintomi di ipogonadismo; sono stati quindi valutati gli effetti del trattamento con testosterone undecanoato 1.000 mg somministrato ogni 12 settimane per un follow-up fino a 10 anni: 360 hanno ricevuto il trattamento e gli altri 296 hanno fatto parte del gruppo di controllo. I risultati nell’analisi hanno mostrato un miglioramento dei livelli di testosterone (T) che sono saliti a valori di normalità (500 ng/dl) mantenendosi per gli 8 anni di follow-up, mentre il gruppo di controllo è rimasto sotto i 300 ng/dl. Nel gruppo dei soggetti trattati, è stata significativa la riduzione nello score IPSS (Intern. Prostate Symptom Score), il residuo post minzionale e lo score AMS (Aging Males’Symptoms scale) rispetto al gruppo dei non-trattati (p<0.0001). Inoltre, solo nel gruppo dei trattati si è ottenuto un miglioramento dell’indice della funzione sessuale (IIEF) che è invece peggiorato nel gruppo dei non trattati. Il volume prostatico è aumentato nel gruppo dei trattati da 31.4 a 33.2 ml mentre è rimasto stabile nei non trattati; il PSA è rimasto invariato in entrambi i gruppi. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Journal of Urology.