Sessualità dopo asportazione della prostata. Il racconto di una coppia

2636

Anna e Giovanni sono nomi di fantasia, ma la storia che pubblichiamo per intero è autentica e molto utile per chiarire diversi aspetti della sessualità dopo asportazione della prostata per tumore.

DOMANDA

Egregio prof. De Rose, spett.le Clicmedicina, vorrei esporle il caso del mio compagno Giovanni per sapere se gliene è mai capitato uno simile. Io sono Anna e vivo con Giovanni da circa 20 anni. Ebbene questo è quanto ci capita. Un po’ di anni addietro, a causa di un tumore, a Giovanni è stata asportata la prostata, senza conservazione dei nervi dell’erezione perché il tumore era molto esteso; successivamente è stato sottoposto a terapia di Enantone, per due anni. In questo tempo non aveva alcuno stimolo sessuale. Di recente, qualche mese dopo aver smesso l’Enantone, ha ricominciato ad avere desiderio sessuale, nonostante abbia anche un’età avanzata. Abbiamo ripreso ad avere rapporti e, anche se non ha erezione, si comporta in modo “normale”; la penetrazione è manuale e molto superficiale, ma questo gli basta per avere una risposta del tutto simile a un orgasmo. È stato da un urologo che gli ha detto che questo è impossibile e che il presunto orgasmo è una sua suggestione. Il fatto è che dopo questa specie di orgasmo – che chiamerei piuttosto “culmine del piacere” – lui avverte un intenso bruciore all’uretra, quindi non può trattarsi di una “suggestione”. Per quanto abbia fatto ricerche in internet, non ho trovato descritto niente di simile. Aggiungo che non prende farmaci né orali né locali per favorire la funzionalità. Mi farebbe piacere conoscere la Sua opinione. Grazie ancora per l’interessamento e la gentilezza.

Cordiali saluti

RISPOSTA

Dopo intervento di asportazione della prostata, spesso l’erezione spontanea è assente, anche quando sono stati conservati i nervi. Essendo però l’erezione e l’orgasmo governate da sistemi differenti (rispettivamente parasimpatico e simpatico), è possibile ottenere l’orgasmo senza alcuna presenza di liquido seminale, in quanto prostata e vescicole seminali sono state asportate e quindi non ci sono più; mentre i deferenti sono stati sezionati e quindi non ci sono nemmeno spermatozoi. Si tratta dunque di un orgasmo senza eiaculazione. Ma questo è possibile, proprio come Lei ha raccontato.