Segni e sintomi della dermatite seborroica

1960

La Dermatite Seborroica è una patologia che colpisce zone del corpo, come il cuoio capelluto, la faccia, il condotto uditivo, il torace e in particolare sul viso, attorno alla bocca e al naso, sulle sopracciglia e, negli uomini, sul glande; ma contrariamente a quanto si possa immaginare non è una malattia contagiosa. Infatti, il più delle volte, questo tipo di dermatite si manifesta in soggetti molto stressati e lo stadio si aggrava in un periodo di forte stress. E quindi, come accade per altri disturbi cutanei irrilevanti, l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale, come anche per l’altra forma di malattia chiamata dermatite atopica. Infatti una dieta alimentare, che si basa su grassi e zuccheri, potrebbe aumentare e aggravare la dermatite seborroica già in atto. Dunque è consigliabile assumere, durante i pasti, del pesce azzurro, in quanto ricco di acidi grassi polinsaturi, che, in parte, riescono a migliorare tale problema.

Le cause di questa malattia sono ancora ignote ma recentemente è stato scoperto che due specie di funghi appartenenti al genere “Malassezia” (Malassezia globosa e Malassezia furfur), sono notevolmente presenti nelle zone in cui si sviluppa la dermatite seborroica. Tra le cause ipotizzate vi è soprattutto la presenza di anomalie del sistema immunitario e una predisposizione a livello genetico.

La malattia si sviluppa anche il cambio di stagione, soprattutto d’inverno. ma può essere scatenata anche da patologie neurologiche, come il Morbo di Parkinson. Nelle zone colpite si riscontra un evidente sviluppo cellulare, la formazione di sebo non si aggrava ma si trasforma la sua composizione, in modo da irritare il cuoio capelluto. Oltre ciò, con questa patologia si riscontrano diversi disturbi, come i capelli secchi, arruffati o crespi, ma soprattutto oleosi. A questi soggetti si sconsiglia quindi di toccarsi sempre i capelli, soprattutto se si hanno le mani sporche, proprio perché il grasso presente su queste, si trasferisce sulla cute e, in questo modo, va ad appesantire la capigliatura, peggiorandone il disturbo.

I primi segni della dermatite seborroica sono costituiti da un’infiammazione e successivamente dalla desquamazione del cuoio capelluto o della cute stessa. Sul viso invece, i sintomi si riscontrano in diverse zone, ad esempio dietro le orecchie e nelle pieghe della pelle e sul naso, soprattutto ai lati, sulla pelle dell’attaccatura delle ciglia, sulla fronte, sulla zona del torace e sulla parte superiore del dorso. Spesso i soggetti accusano anche squame giallastre e untuose, e follicolite del cuoio capelluto. Oltre ciò, molti soggetti manifestano delle croste untuose e prurito molo intenso. Altri sintomi sono caratterizzati da chiazze o croste spesse sulla testa, pelle grassa, arrossata, squame biancastre, prurito e dolore. Questa patologia si verifica nei bambini, causando la comparsa di una crosta di colore giallo, molto oleosa, che si manifesta intorno all’attaccatura dei capelli. In questo caso, i sintomi riguardano un prurito non significativo e scompaiono in un breve periodo di tempo; negli adulti tale sintomo non va confuso con l’alopecia androgenetica o calvizie. Per la terapia vengono spesso consigliati idrocortisoniici e antimicotici ma il consiglio è sempre quello di consultare il dermatologo il quale dovrà fornire prima di tutto la certezza della diagnosi e fornire i consigli terapeutici più appropriati.