Sclerosi Multipla e gravidanza, donne poco informate

576

Le donne con sclerosi multipla hanno timore della gravidanza. È questo il risultato di una indagine condotta in diversi paesi UE su 1.000 donne di età compresa fra i 25 e i 35 anni con diagnosi di Sclerosi Multipla (SM) recidivante negli ultimi cinque anni. L’indagine è stata condotta in Germania, Italia, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito, e i risultati rivelano che l’85% delle donne intervistate in Italia e l’88% delle donne intervistate in generale al momento della diagnosi hanno avuto paura di non poter avere figli, nonostante le evidenze scientifiche indichino la stessa probabilità di restare incinte e di avere figli sani di qualsiasi altra donna. Inoltre, il 49% delle italiane con SM che teme di non poter rimanere incinta ha anche paura di trasmettere la malattia ai figli, anche se la SM non è ritenuta una malattia ereditaria.

“Con una diagnosi di Sclerosi Multipla – commenta Maria Pia Amato, Ordinario del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università degli Studi di Firenze – le donne con SM hanno bisogno di avere accesso a informazioni di qualità e ricevere il supporto di operatori sanitari qualificati mediante un approccio multidisciplinare, con la partecipazione di neurologi dei Centri clinici SM, di ginecologi e di psicologi. Il team multidisciplinare, sulla base delle evidenze disponibili in letteratura e dell’esperienza clinica, ha elaborato una consensus rispetto al counseling della donna con SM che affronta un progetto di maternità e alle scelte terapeutiche da valutare prima, durante la gravidanza e nel periodo post-partum”. La ricerca è stata supportata da Teva Pharmaceutical Industries Ltd.