Psoriasi e timore di stringere la mano

686

Secondo un articolo pubblicato dal Journal of the American Academy of Dermatology, le persone che soffrono di psoriasi si trovano spesso di fronte ad altre che non vogliono stringere loro la mano perché li considerano, erroneamente, contagiose.

I ricercatori dell’Università della Pennsylvania di Philadelphia hanno esaminato due gruppi di persone senza psoriasi ai quali venivano mostrate immagini di persone con psoriasi, comprese immagini ingrandite della pelle malata; ai partecipanti è stato quindi chiesto di valutare in che misura provassero compassione, pietà, disgusto, disprezzo e curiosità vedendo le immagini. Inoltre, è stato domandato loro di scegliere aggettivi per descrivere le persone con psoriasi, come “pulito” o “sporco”, e valutare luoghi comuni e malintesi sulla psoriasi.

Complessivamente, circa il 54% delle persone ha dichiarato che non uscirebbe con qualcuno con psoriasi; il 40% ha dichiarato che non vorrebbe stringere la mano a un paziente con questa malattia dermatologica e il 32% ha affermato che non vorrebbe avere in casa persone con psoriasi. Gli stereotipi più frequentemente sostenuti erano che le persone con psoriasi sono “insicure”, “malate” e “poco attraenti”. Un terzo dei partecipanti, inoltre, sostiene che la psoriasi colpisce solo la pelle e non è una malattia grave. In ogni caso, le persone che conoscevano qualcuno con psoriasi avevano meno probabilità di riferire stereotipi sbagliati, meno probabilità di provare disprezzo e più compassione.

“I pazienti con psoriasi spesso sono frustrati e provano discriminazione nei luoghi pubblici e nell’ambiente di lavoro”, commenta Joel Gelfand, coordinatore della ricerca. “I miei pazienti mi dicono che spesso viene chiesto loro di non usare una piscina, di sentirsi imbarazzati quando vanno dal parrucchiere o che sono stati licenziati da lavori che richiedono l’interazione con il pubblico.”