Genova Anno VIII - n°47 - 12.09.2011 Pagine Nazionali

del 04/10/2011

Allarme Obesità per i Bambini Italiani


clicMedicina - redazione@clicmedicina.it   

Il 35% dei bambini italiani e' obeso (13%) o in sovrappeso (23%). Questi alcuni dei dati forniti dal ministro della Salute, Ferruccio Fazio, al convengo 'Nuove linee di indirizzo in tema di riabilitazione: l'obeso grave come paziente ad alta complessita'', organizzato presso l'ospedale Auxologico San Luca di Milano. "L'obesita' - ha detto Fazio - e' un problema di sanita' pubblica ed e' un problema particolarmente grave nel nostro Paese", dove registra livelli di crescita preoccupanti. Molto spesso, ha spiegato Antonio Liuzzi, coordinatore del Rapporto sull'Obesita' in Italia dell'Auxologico, "vediamo pazienti rifiutati dai reparti di riabilitazione specialistica perche' gravemente obesi e non accettati dai reparti di riabilitazione per l'obeso, perche' complicati da patologie specialistiche soprattutto respiratorie".

 

E tra le ragioni di questo fenomeno il ministro rileva una scarsa attenzione alle politiche di prevenzione e programmi di attività fisica nelle scuole ancora inadeguati. Dal rapporto arriva anche una fotografia sulla diffusione del diabete, che interessa tre milioni di persone, oltre a un altro milione che presenta la glicemia alta senza saperlo. Dati che destano preoccupazione, perché nel 2010 il diabete ha determinato il 10-15% della spesa sanitaria nazionale e per di più, secondo alcune proiezioni effettuate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, risultano in aumento. La previsione è di arrivare al 2015 a più di 300 milioni di diabetici. Per quanto riguarda il soprappeso le stime sono per circa 2,3 miliardi di individui, con più di 700 milioni di persone obese.
 

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati