Genova Anno VII - n°39 - 11.09.2009 Pagine Nazionali

del 09/12/2009

 

Influenza A: gli errori di Fazio


Walter Pasini

Le dichiarazioni dell'on. Gasparri riportano all'attenzione dell'opinione pubblica il fallimento dell'operato del vice-ministro Fazio in relazione alla gestione della pandemia da virus influenzale A/H1N1.

Il motivo principale del fallimento della gestione di questa pandemia influenzale è dipeso innanzitutto dal ritardo con cui è avvenuta la consegna dei vaccini da parte dell’Azienda produttrice e dal ritardo con cui è iniziata la campagna vaccinale. La curva epidemica di questa pandemia, che in questo momento si trova nella sua fase discendente, non ha risentito minimamente della vaccinazione, essendo questa avvenuta troppo tardi ed avendo interessato una percentuale minima di popolazione.

Un secondo elemento che ha portato all’insuccesso della gestione Fazio è stata la scarsa adesione della popolazione e degli stessi medici alla vaccinazione. La comunicazione infatti è stata contradditoria, imprecisa e poco efficace. Ad esempio, nelle varie dichiarazioni, questa pandemia influenzale risultava avere una mortalità inferiore sempre diversa rispetto a quella stagionale. Assolutamente poco persuasiva è stata la sua comunicazione nel sostenere l’efficacia e la sicurezza del vaccino.

Scarsissima è stata la leadership esercitata nei confronti dei medici e del personale sanitario che ben si ricordano come in una trasmissione di Porta a Porta, all’inizio del suo mandato, Fazio disse di non vaccinarsi mai contro l’influenza stagionale. Chiunque sia competente in materia non può non avere notato il suo disagio e gli errori commessi, ad esempio quando raccomandava che la vaccinazione dovesse proseguirsi anche quando l’epidemia si stesse spegnendo per eradicare il virus e prevenire una possibile mutazione! Altro errore della sua gestione è stata quella di non impiegare lo stock di antivirali di cui è in possesso lo Stato italiano, impiego che avrebbe potuto spostare in avanti il picco influenzale e dare maggior tempo per impiegare i vaccini.

Di questa gestione Fazio restano i milioni di vaccini non impiegati e lo spreco economico per lo Stato e quindi per tutti i cittadini. C’è da augurarsi che, a seguito dello spacchettamento del ministero del lavoro, salute e politiche sociali, non sia lui a ricoprire la carica di Ministro della Salute

 

Walter Pasini

 

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati