Queste pagine sfruttano gli standard avanzati W3C, sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati W3C



 

 

Attenzione: per poter usufruire del servizio di risposta dallo specialista occorre essere iscritti alla news-letter. Vi verrà fornita una password da inserire nell'oggetto della vs. email.

 

 


Il modellismo molecolare



Gentile
vi scrivo per conto di mio padre, per avere informazioni sul modellismo molecolare. Riporto di seguito la storia clinica di mio padre:

Mio padre, anni 61, era affetto da neoplasia polmonare sinistra, ha eseguito una lobectomia polmonare inferiore sinistra nel Novembre 2007 ( T2 N1).
L'esame istologico della broncoscopia riportava: carcinoma non a piccole cellule;
L'esame istologico eseguito dopo l'intervento riportava: carcinoma squamoso a piccole cellule scarsamente differenziato, linfonodo dell'ilo sede di metastasi.
Successivamente ha eseguito tre cicli di CHT (cisplatino e gemcitabina) ultimo ciclo 20 Febbraio 2008.
Dalla TAC di controllo eseguita a Maggio 2009 riscontravano Adenopatie Sottocarenali di 2,5 centimetri.
La PET eseguita successivamente, riporta quanto segue:
-intensa iperfissazione patologica a carattere focale(SUV max=19.2) a livello della regione sottocarenale in corrispondenza delle adenopatie radiologicamente descritte
-irregolare ed intensa iperfissazione a livello del soma di D12 con maggiore evidenza nella componente di destra in corrispondenza di evidente alterazione osteo-strutturale di tipo litico.
Conclusioni:
-adenopatie sottocarenali ad elevato ipermetabolismo glicolitico di verosimile natura secondaria
-probabile secondarieta' scheletrica a livello di D12.

E' seguito presso l'IFO di Roma. Attualmente sta eseguendo la radioterapia (10 applicazioni sulla vertebra e 5 sui linfonodi). Dopo la radio mi hanno detto che dovra' aspettare circa 10 giorni e poi iniziare la chemioterapia.

Vi scrivo perche' vorrei sapere se il modellismo molecolare puo' essere utile nel suo caso, per trovare un chemioterapico veramente efficace. Sono disposta anche a venire a Milano per portare tutti i referti di mio padre.

Resto in attesa di una vostra cortese risposta e vi ringrazio.


Risposta

 

Gentile signora, mi sembra che suo padre sia seguito in maniera perfetta dai medici che attualmente lo hanno in cura. Il modellismo molecolare è stato di recente pubblicato Journal of National Cancer Institute da ricercatori della Fondazione Irccs Istituto nazionale dei tumori a cui hanno preso parte ricercatori minaleni e triestini
Gli autori hanno studiato il comportamento delle cellule tumorali in risposta ad un farmaco utilizzato nel trattamento della leucemia mieloide cronica e di alcuni tumori gastrointestinali. Si tratta comunque di dati sperimentali non ancora completamente applicati alla clinica. Comunque potrà contattare il prof Marco Pierotti, direttore scientifico della Fondazione Irccs Istituto nazionale tumori.

 

Prof. Aldo Franco De Rose - Clicmedicina.it