Queste pagine sfruttano gli standard avanzati W3C, sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati W3C



 

 

Attenzione: per poter usufruire del servizio di risposta dallo specialista occorre essere iscritti alla news-letter. Vi verrà fornita una password da inserire nell'oggetto della vs. email.

 

 


Ho la prostatite, devo evitare i rapporti



Salve professore,innanzitutto complimenti per il servizio. Volevo descriverle la mia situazione, ho 21 anni e recentemente ho avuto un dolore (leggero ma comunque fastidioso) ai testicoli, in particolare al destro, e un dolore più acuto alla zona tra di essi e l'ano. Allora sotto consiglio del mio medico sono andato a farmi un ecografia prostatica con residuo post minzione e testicolare. Il risultato è stato questo:
-Eco prostatica
Vescica distesa a pareti regolari
Prostata di dimensioni nella norma(V=16cc) ad ecostruttura omogenea ma con evidenza di microcalcificazione periuretrale da pregressa flogosi,senza evidenza di lesioni focali ai limiti di risoluzione della tecnica.
Vescicole seminali nella norma
Assenza di versamento nel cavo retto-vescicale
Residuo post-minzionale stimato di circa 7cc.

-Eco Testicolare
Didimi nella norma per dimensioni ed ecostruttura
Epididimi di dimensioni ai limiti alti della norma, ad ecostruttura finemente disomogenea (soprattutto a livella della coda e più evidente a dx) come da verosimili esiti di natura flogistica
Presenza di sottile falda liquida all'emiscroto destro.

Ho portato i risultati al mio medico e mi ha diagnosticato una "discreta infiammazione" alla prostata e ai testicoli (parole del medico) causata da fattori sconosciuti (forse qualche urto ai testicoli secondo lui ma che io non ricordo,magari giocando a calcio) e mi ha prescritto bactrim e flaminase x 10 giorni,poi 10 giorni di riposo e poi ripetere l'ecografia. Inoltre il mio medico mi ha detto di evitare urti con i testicoli e di evitare sforzi. Volevo chiederle una sua opinione sull'ecografia e sulla cura di antibiotici e antinfiammatori ma soprattutto se questa infiammazione può peggiorare o avere gravi conseguenze e infine se tra gli sforzi da evitare, consigliati dal mio medico, rientrano pure i rapporti sessuali. Mi scusi per la lunghezza della domanda,Grazie per l'attenzione,Cordiali Saluti


Risposta

 

In molti casi l'epididimite bilaterale si associa alla prostatite e viceversa. E' giusto eseguire la terapia medica consigliata dal suo medico e se il disturbo persite, a fine terapia sarebbe consigliabile eseguire una spermiocoltura e urinocoltura. Riguardo agli sforzi da evitare , in questi casi si preferisce il riposo in quanto l'epididimite si può aggravare e quindi dar luogo ad una orchite. Inoltre sono sconsigliate le assunzione di bevande alcoliche, l'utilizzo della moto, della bicicletta e dei lunghi viaggi in macchina. Riguardo all'attività sessuale l'unico limite è dato dal dolore che avverte durante il rapporto. Se questo è assente allora i rapporti non sono proibiti.

 

Aldo Franco De Rose Andrologo e Urologo

Genova, Centro Medico Ceccardi - tel 010 583015

Roma, Clinica Ars Medica - tel 06/362081