Queste pagine sfruttano gli standard avanzati W3C, sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati W3C



Anno II - n°7 - 31.07.2003 Pagine Nazionali

Il Colesterolo: Riconoscerlo per Combatterlo anche con Thè e Miele


Il colesterolo è una sostanza fondamentale degli esseri viventi, presente soprattutto nei tessuti animali e anche vegetali. Nel nostro organismo è un po' dovunque, soprattutto nel cervello, nel surrene, nella bile e nel sangue e partecipa ad importanti processi vitali. È un elemento di base della membrana in cui sono racchiuse le cellule. È un precursore (serve alla creazione) della vitamina D, della guaina mielinica che ricopre le fibre nervose, degli ormoni steroidei e di quelli sessuali. Viaggia nel sangue grazie a due lipoproteine (complessi di proteine e grassi): l’ LDL e l’ HDL.L’LDL, detto colesterolo leggero (a bassa densità) o “cattivo” trasporta dal 60% all’80% del colesterolo totale. Ha una elevata affinità con l’endotelio (il tessuto più interno, a contatto diretto col sangue) dei vasi arteriosi a cui cede colesterolo, che può creare delle concrezioni, dette ateromi, che comportano la suscettibilità ad arteriosclerosi, infarti, ictus ecc.Nel sangue circola anche l’HDL, detto colesterolo pesante o “buono”, una grossa molecola che raccoglie il colesterolo libero, e lo riporta al fegato, dove viene metabolizzato. L’80% del colesterolo è endogeno (cioè creato dall’organismo) e si forma prevalentemente nel fegato (in misura molto minore viene prodotto da surrene, testicolo, polmone ecc.). Solo il 20% è esogeno, cioè proveniente dall’alimentazione.