Queste pagine sfruttano gli standard avanzati W3C, sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati W3C



Anno I - n°5 - 26.03.2003 Pagine Nazionali

Una coppia su tre è in crisi di amore


Stress, lavoro e vita frenetica sotto accusa. Lui sempre più vittima di problematiche legate al sesso. Ma i veri nemici dell’amore rimangono i tabù, l’ignoranza e la mancanza di dialogo. E una coppia su due dice no all’amore con il timer. L’eros va giù, l’intimità ne risente e l’amore può andare in crisi. Più di una coppia su tre (35%) soffre di problematiche legate alla sessualità e avrebbe bisogno del medico. Gli uomini puntano l’indice contro lo stress, i ritmi di lavoro frenetici e il sempre minor tempo da dedicare all’intimità, ma dietro una causa apparentemente psicologica spesso può nascondersi un problema fisiologico. I veri nemici della coppia? Vecchi tabù, ignoranza e mancanza di dialogo. Le difficoltà di lui, infatti, sono spesso sottovalutate: vengono messe a tacere (24%) o, nel migliore dei casi, si cerca di risolverle come si può tra le pareti domestiche (63%), mentre solo l’8% in caso di problemi sessuali ricorre a un consiglio da parte di uno specialista. Così, mentre la maggior parte degli italiani (sei su dieci) ritiene la relazione di coppia fondamentale nella vita di una persona e si assiste a un grande ritorno del corteggiamento, lo stato di salute della coppia italiana mostra segni poco rassicuranti. È quanto emerge dalla ricerca condotta da Abacus su un campione di 1.001 italiani, uomini e donne, di età compresa fra i 25 e i 70 anni, realizzata in occasione del convegno “L’amore non ha tempo” promosso dalla Società Italiana di Andrologia e dalla Società Italiana Andrologia Medica e ideato da Meta Comunicazione.