Queste pagine sfruttano gli standard avanzati W3C, sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati W3C



Attenzione: per poter usufruire del servizio di risposta dallo specialista occorre essere iscritti alla news-letter. Vi verrà fornita una password da inserire nell'oggetto della vs. email.

 


Dolore al pene durante il coito


Buongiorno, sono un ragazzo di 22 anni. Sono un pò preoccupato a causa di un episodio accaduto 2 giorni fa durante un momento di intimità con la mia fidanzata. In sostanza ho sentito un rumore strano alla base del pene, a seguito di un movimento di penetrazione; una specie di schiocco.
Il giorno successivo ho letto su Internet che in alcuni casi il pene si può fratturare o che comunque dei traumi possono portare a certe patologie con conseguente disfuzione dell'erezione e addirittura impotenza. Mi sono spaventato e ho deciso di scriverVi. Al momento ho avvertito solo un poco di dolore, che tra ieri e oggi è diminuito ma non ancora scomparso del tutto. Non c'è nessun ematoma o rigonfiamento evidente, però ho la sensazione che il pene sia leggermente più "mobile". Mi devo preoccupare? Se fosse un trauma, posso confidare in una guarigione spontanea? grazie


Risposta

Quasi sicuramente si è trattato di una parziale lacerazione del ligamento sospensore del pene. Attualmente infatti è presente una maggiore mobilità del pene e modesto dolore. Gli altri eventi conseguenti ai traumi penieni sono la rottura del corpo cavernoso, associato o meno a lacerazione dell'uretra, rottura della vena dorsale profonda o superficiale. In entrambi i casi si ha però ematoma, che risulta ancor più pronunciato nella rottura del corpo cavernoso. Inoltre, in questo caso, il dolore è davvero forte e quando si associa uretrorragia (sangue che fuoriesce dall'uretra), quasi sicuramente è presente anche rottura dell'uretra. Tutti elementi che non sono presenti nella storia del gentile navigatore, ecco per cui , quasi sicuramente si tratta di una parziale lacerazione del ligamento sospensore del pene e, quasi sempre, non necessita di alcuna terapia.
Aldo F. De Rose (urologo e andrologo).