Spazio disponibile

Spazio disponibile

 

Le Giuste Dimensioni del Pene

Prof.  Aldo Franco De Rose  -  Specialista Urologo ed Andrologo - 

Salute - Repubblica 2001

12-14 o 16 cm? Qual è la reale dimensione del pene per riuscire a soddisfare la partner? E’ un interrogativo che da  secoli, in maniera  latente o manifesta,  ha sempre tormentato migliaia di uomini ed alimentato  “le pene del pene". Oggi però il problema, anche se  non risparmia l’età adulta, sembra interessare soprattutto i giovani, al momento della pubertà e più precisamente  quando iniziano a condividere  la doccia, dopo ogni attività sportiva: è stato osservato infatti che spesso molti  hanno  paura di esibirsi, hanno timori di confrontare il proprio sesso  con quello dei propri coetanei,  per cui la doccia viene rinviata  a casa. Si parla quindi di dismorfofobia peniena mentre  la preoccupazione  di esibirsi in doccia è ormai conosciuta come “sindrome da spogliatoio”. Certamente, nella maggior parte dei casi si tratta solo di preoccupazioni apparenti ma il fenomeno, a nostro avviso, è grande e non va sottovalutato. Negli ultimi tre mesi, sul portale medico www.medicioggi.it , ci hanno raggiunto 21  mila persone nella rubrica "domande all’andrologo": il 27%  ha chiesto chiarimenti sulle dimensioni del pene. Ma il problema non è solo di oggi. Da sempre,   presso tutte le culture, le dimensioni del pene sono state collegate con la virilità, il potere e la dominanza. Masters and Jhonson hanno evidenziato come “la dimensione dell’organo maschile, sia in stato di flaccidità che in erezione,  rifletta direttamente l’abilità sessuale dell’individuo”. Woody Allen, in una battuta, definì il pene  come  il primo organo dell’uomo, secondo il cervello. Molte volte la consapevolezza di avere un pene piccolo influenza negativamente la stima di se stessi e porta a sentimenti di inadeguatezza nei rapporti sociali ed occupazionali, rappresentando quindi   un problema serio che, prima di tutto, è fonte di disagi personali e di coppia. L’accettazione del proprio corpo fisico è indispensabile anche  per la tranquillità psicologica. Tuttavia esistono delle situazioni, reali o presunte, che determinano grosse difficoltà nell’accettazione di se: oggi le problematiche psichiche,  legati alla sessualità dell’uomo, sono vissute in maniera più accentuata rispetto al passato, talvolta anche esasperate in rapporto alla vera natura del problema.Un soggetto di questo tipo, quali che siano le reali dimensioni del pene, è convinto di non essere in grado di soddisfare la partner o una donna in genere  ed inevitabilmente pensa ai paragoni che lei potrebbe fare con precedenti esperienze.

Quali che siano quindi le reali necessità, questi  soggetti hanno bisogno di un aiuto; in primis di un supporto psico-sessuologico adeguato ma, quando questo non si rivela sufficiente, bisogna sapere offrire anche  un atto chirurgico definitivo che lo "liberi" dal suo angosciante problema, facendogli guadagnare qualche centimetro in lunghezza  e in circonferenza. E oggi, i   soggetti italiani, giovani e non più giovani  che, in un anno,  chiedono “l’allungamento e ingrossamento” del pene , si calcola  siano circa  ventimila. Nella maggior parte dei casi il pene si presenta di dimensioni e morfologia normale ed esiste solo il convincimento che qualche centimetro in più sia necessario per soddisfare la propria partner. Sono pochi quelli che presentano  realmente un pene piccolo. Comunque, sia  nell’uno che nell’altro caso le possibilità di allungamento  sono minime e, a dispetto di quanto viene propagandato da qualcuno, non superano i 2-3 cm.

Il famoso rapporto Kinsey del 1948, sostenendo che  le giuste dimensioni dell’organo sessuale maschile erano 16 cm, seminò letteralmente il panico tra milioni di persone. Oggi le notizie sembrano  più rassicuranti. Secondo un studio  commissionato da un gruppo di produttori di profilattici  ed eseguito da una equipe medica  su 300 soggetti, dopo opportune stimolazioni visive, il 75% dei maschi è risultato con  una lunghezza del pene in erezione compresa tra 12,9 e 15,7 cm con  una circonferenza di 12,4 cm.

Uno recente studio Italiano, effettuato dal prof Ponchietti  Roberto della Clinica Urologia di Firenze e pubblicato sulla rivista  European Urology di febbraio 2001,  sembra essere ancora  più rassicurante: alla visita di leva sono stati  visitati 3.300 soggetti, dai 17 ai 19 anni. La lunghezza del pene , allo stato di flaccidità, è risultato in media 9 cm ed una circonferenza di 10 cm.  La lunghezza media del pene stirato, misurando dal pube all’apice del pene,  è stata di 12.5 cm, con un minimo di 7.5 ed un massimo di 17.5cm.  
Tecniche chirurgiche di allungamento
Micropene vero
Pene nascosto
Pene palmato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marchi depositati 

Riproduzione vietata