Octreotide, farmaco riduce dialisi nel rene poilicistico

348

Per la prima volta un farmaco si è dimostrato in grado di ridurre la necessità di dialisi nei malati di rene policistico. Il nome del farmaco è octreotide e il trattamento, anche se “costoso”, riduce il numero di pazienti che entrano in dialisi. “Un trattamento costoso”, osserva il prof. Piero Ruggenenti, direttore del Dipartimento di Medicina Renale del Mario Negri, ma che “riducendo il numero di pazienti che entra in dialisi, al di là dell’evidente beneficio per i malati, potrebbe anche rivelarsi conveniente, considerato il costo della terapia dialitica che oscilla tra 30mila e 40mila euro all’anno per paziente”.

L’effetto di octreotide è stato dimostrato da uno studio italiano condotto dai ricercatori dell’Irccs Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, in collaborazione con gli ospedali di Bergamo, Milano, Napoli, Treviso, Agrigento e Catania. La ricerca ha documentato che “l’Octreotide rallenta in modo significativo la crescita delle cisti”; inoltre, “in un gruppo con il grado più severo di danno renale, si è visto che i pazienti trattati con il farmaco ricorrevano meno frequentemente alla dialisi durante il periodo di osservazione rispetto a quelli trattati con placebo”. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Plos Medicine.

La malattia renale policistica autosomica dominante, comunemente detta malattia del rene policistico, è la forma più frequente di patologia ereditaria del rene. Il nome è legato al fatto che l’organo nel corso della vita viene progressivamente deformato dalla formazione di cisti, cavità piene di liquido che si sviluppano nel tessuto renale. All’esordio della malattia le cisti sono poche e piccole ma col passare del tempo aumentano di numero e dimensione, arrivando anche a interessare interamente il rene, che si ingrossa notevolmente. Le cisti occupano e distruggono il tessuto renale, il quale viene gradualmente compromesso fino a rendere necessaria la dialisi; si stima che il 10% dei pazienti che si sottopongono alla dialisi abbiano perso la funzione renale proprio a causa del rene policistico.