Nonostante la terapia per l’adenoma della prostata, urino spesso

830

Domanda

Ho 69 anni, godo di ottima salute non sono sottoposto a terapie mediche, salvo due prodotti (permixon e ipertrofan) per una ipertrofia prostatica benigna, ma molto fastidiosa. Sono costretto a due minzioni notturne e urgenze diurne spesso non controllabili. Ho letto su ClicMedicina un articolo del Prof. De Rose che parlava di una tecnica laser… Ho sottoposto questa possibilità terapeutica al mio medico che non ha preso in considerazione questa soluzione. Per questo vi chiedo se questo intervento è proporzionato alla patologia su descritta, se comporta delle menomazioni o complicazioni varie.

Grazie
Antonio

Risposta

In presenza di disturbi della minzione – come urinare spesso, dover correre in bagno, svegliarsi 2-3 volte di notte per urinare (LUTS: low urinary tract symptoms) – causati dall’ingrossamento della prostata, quando non esistono controindicazioni, i farmaci più indicati sono gli alfa-litici (alfazosina, doxazosina, tamsulosina, terazosina, silosodina), che hanno lo scopo di rilasciare il collo della vescica, diminuire la tensione della prostata e consentire un maggiore svuotamento della vescica. A questo scopo, ma con altro meccanismo, concorrono anche gli inibitori delle 5 alfa redattasi (finasteride e dutasteride). La Mepartricina (Ipertrofan) e gli estratti della serenoa repens (tra cui il Permixon) vengono consigliati da soli nei disturbi più lievi o in associazione ai precedenti farmaci nei casi più gravi. Quando però la terapia medica risulta inefficace bisogna ricorrere all’intervento chirurgico. Tre le tante metodiche oggi disponibili il laser verde (Greenlight) vaporizza il tessuto prostatico in eccesso fino ad una adeguata apertura del canale uretrale senza provocare sanguinamento in quanto determina una coagulazione immediata dei tessuti e per questo può essere effettuato anche in coloro che assumono farmaci anticoagulanti o antiaggreganti. La degenza è in media di due giorni, i rischi di sanguinamento sono inferiori rispetto agli altri interventi mentre l’efficacia è sovrapponibile alle altre tecniche.