Mi sono operato alla prostata ma dopo 16 mesi non ho ancora l’erezione

1492

Domanda

Ho 55 anni e il mio urologo, molto bravo, mi ha operato di tumore alla prostata (confinato alla prostata, B1) con tecnica laparoscopica e quindi con conservazione dei nervi. Sempre il mio urologo mi ha detto che dovrei avere l’erezione spontanee perché i nervi sono stati conservati da entrambi i lati. Premetto che prima dell’intervento la mia sessualità era completamente integra; ora sono passati più di 16 mesi e io l’erezione non riesco ad averla con nessuna compressa attualmente in vendita. Ho fatto la cosiddetta riabilitazione con Cialis ma nessun risultato. I medici della équipe mi assicurano che gli operati del prof., in più del 70%, se in buone condizioni, hanno sempre l’erezione dopo l’intervento. Secondo Lei quanto tempo dovrei ancora attendere per vedere i risultati? Mi conviene continuare ancora con qualche farmaco orale, anche se non ho alcun risultato e rappresentano una vera spesa?
Grazie.

Risposta

Purtroppo sono sempre più frequenti le persone che ci segnalano impotenza sessuale maschile dopo intervento alla prostata per tumore nonostante la tecnica nerve sparing, quella che cioè consente di conservate i nervi. In realtà, delle persone sottoposte a questa tecnica, solo una minima parte, meno del 35%, o addirittura meno del 20%, riescono a recuperare l’erezione per i rapporti sessuali spontanei dopo prostatectomia radicale. Una minima parte ha una buona risposta con i farmaci orali (Cialis, Levitra, Viagra, Spedra) mentre tutti gli altri devono ricorrere alla puntura intracavernosa di PGE1, almeno 10 minuti prima del rapporto sessuale. Da qualche mesi è possibile invece utilizzare la crema a base di prostaglandine. Questa si posizione all’interno della porzione iniziale dell’uretra e dopo 10-15 minuti si può ottenere una buona erezione, almeno nel 50% dei casi. Il farmaco si può acquistare in farmacia e si chiama Vitaros.

Circa un 10-15% però, a causa di problemi vascolari, si deve sottoporre ad impianto di protesi peniene. Queste assicurano una buona rigidità e quindi una sufficiente erezione per il rapporto sessuale. Per la ripresa delle erezioni spontanee e per l’efficacia dei farmaci orali è importante capire se durante la notte siano presenti erezioni oppure no. Riguardo invece al costo dei farmaci per la riabilitazione la informo che già da qualche anno questi farmaci sono dispensati dal sistema sanitario con il piano terapeutico e la nota 75. In ogni caso, dopo 16 mesi dall’intervento è inutile insistere con gli inibitori delle fosfodiesterasi 5 e quindi con Viagra, Cialis, Levitra o Spedra. Nel suo caso non funzioneranno.