Genova Anno VII - n°42 - 26.11.2010 Pagine Liguri

del 05/05/2011

Insieme Contro La Thalassemia


clicMedicina - redazione@clicmedicina.it   

Un concreto passo avanti a sostegno dei pazienti affetti da talassemia presso l’ospedale Galliera grazie all’acquisto di una risonanza magnetica da parte dell’Associazione Ligure Talassemici sostenuto integralmente da Enel Cuore Onlus (con un contributo di 1 milione di euro): oltre mille esami già effettuati e liste d’attesa praticamente azzerate per gli oltre 400 cittadini liguri affetti da questa patologia, che hanno finalmente la possibilità di effettuare esami direttamente nella propria regione. I risultati sono stati presentati questa mattina presso la struttura ospedaliera alla presenza delle istituzioni.
La risonanza magnetica permette la valutazione del sovraccarico di ferro nei pazienti talassemici e in tutte le altre condizioni di sovraccarico di ferro come quelle dovute a trasfusioni croniche. Grazie a questo esame è quindi possibile prevenire la cardiopatia, complicanza che rappresenta la principale cause di morte per i pazienti affetti da queste patologie. Dall’entrata in servizio dell’apparecchiatura sono stati effettuati circa settecento esami per verificare il sovraccarico di ferro nel fegato e circa cinquecento nel cuore. Il 40% dei controlli è stato effettuato su pazienti provenienti da Genova e provincia, la stessa percentuale per quanto riguarda le altre province liguri, mentre il restante 20% delle visite è stato richiesto da pazienti provenienti da altre regioni.
L’iniziativa è nata dall’incontro tra Enel Cuore, il Centro della Microcitemia del Galliera e l’Associazione Ligure talassemici nell’ambito del "Progetto Talassemia", avviato nel 2005 dalla onlus dell’azienda elettrica dopo aver sviluppato una analisi dettagliata dell'incidenza della patologia in questione a livello nazionale e internazionale. Il progetto, portato avanti in collaborazione con le Associazioni e le Aziende Ospedaliere, ha un carattere nazionale ed è a favore della diagnosi e della cura della talassemia. Il Centro del Galliera, è stato individuato tra i sei centri di eccellenza cui destinare le attrezzature più efficaci, e il progetto della Struttura Microcitemia di dotare l'Ospedale di una apparecchiatura di risonanza magnetica per il controllo non invasivo delle cardiopatie da sovraccarico di ferro ha ricevuto l'approvazione di EnelCuore portando così al successivo finanziamento per l'acquisto dell'apparecchiatura.

"Poter dare ai nostri pazienti la possibilità di effettuare presso il Centro della Microcitemia di Genova questo specifico esame
- spiega Loris Brunetta, Presidente dell'Associazione Ligure Thalassemici - è stata una grandissima opportunità che grazie a Enel Cuore e al suo "Progetto Thalassemia" è stato possibile concretizzare. Fino al momento in cui l'apparecchio per la risonanza non è entrato i funzione al Galliera i pazienti erano costretti ad emigrare fuori Regione sottoponendosi a lunghe liste di attesa e ad esborsi di denaro;oggi possiamo dire che tutto ciò appartiene al passato. Grazie a questo e ad altri progetti che la Associazione Ligure Thalassemici sta portando avanti in sinergia con l'Ospedale e le istituzioni - aggiunge il Presidente - il Centro della Microcitemia, ha acquisito una grande esperienza e specificità nella diagnosi dei sovraccarichi di ferro negli organi interni dei malati che costituiscono il problema più grave da affrontare per pazienti e famiglie. Siamo lieti, come associazione di malati, di aver contribuito significativamente alla crescita culturale del nostro Centro di cura e, contemporaneamente, di essere stati utili alla collettività”.
“Siamo particolarmente orgogliosi di questi risultati: l'intervento ha permesso di dare nuove risposte concrete al territorio e addirittura fuori dai suoi confini, creando di fatto un’eccellenza ligure per l’assistenza e la cura della talassemia. – ha dichiarato Claudio Fiorentini, Responsabile Relazioni Esterne Macro Area Nord Enel – Da sempre Enel Cuore fa del rapporto con il territorio e le comunità, sia in Italia sia all’estero, il proprio punto di forza, e intendo sottolineare l'impegno che questo la Liguria dedica al sociale: le proposte di sostegno che giungono ad Enel Cuore dalla regione sono sempre numerose e particolarmente qualificate, tanto che fino ad ora sono già 15 i progetti di solidarietà realizzati o in corso con il nostro sostegno".

“Gli obiettivi – dichiara Gian Luca Forni, Responsabile del Centro della Microcitemia dell'Ospedale Galliera – che si prefiggeva il progetto finanziato da Enel Cuore sono stati pienamente raggiunti. Questo è reso evidente dalla netta riduzione dell’incidenza delle cardiopatie nei pazienti affetti da talassemie e da altre patologie caratterizzate da sovraccarico di ferro. L’acquisizione della Risonanza Magnetica ha ulteriormente accresciuto il livello di specializzazione del Centro apportando un forte impulso alla ricerca particolarmente nel campo di nuove terapie con una evidente ricaduta positiva sull’assistenza ai pazienti”.
 

 

 






 
 
 
 

  



Queste pagine sfruttano standard di programmazione avanzata , sebbene i contenuti sono visibili con tutti i browser, una grafica più piacevole è ottenibile con un browser attuale. Se leggete questo messaggio, avete salvato la pagina sul Vs. disco, oppure siete in Internet con un browser non attuale. Se lo desiderate potete scaricare gratuitamente un browser standard attuale adatto alla Vs. piattaforma dal sito http://webstandards.org/act/campaign/buc/

Stampa ottimizzata con standard avanzati