La malaria in Italia: una malattia quasi sempre di “importazione”

126

È vero che nel 1970 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’Italia ufficialmente libera dalla malaria; tuttavia, da allora sono stati registrati diversi casi di questa malattia, per lo più “importati” dall’estero. E vediamo quindi le cifre: fino al 1985, i nuovi casi erano meno di 100 l’anno; ma nel biennio 1999-2000, sempre e solo in Italia, per la malaria sono avvenuti sette decessi. Fino al 1994, l’aumento ha riguardato sia cittadini italiani di rientro da Paesi nei quali la malaria è endemica sia immigrati; a partire dal 1995, invece, l’incremento è legato solo ai casi tra gli immigrati, mentre quelli relativi ai cittadini italiani sono andati progressivamente riducendosi. Nel decennio 1989-1999 vi sono stati complessivamente circa 8 mila casi, e in 20 di essi la malattia è stata contratta in Italia. Da qualche tempo si registrano in media 637 casi ogni anno; oltre 3600 quelli certificati dall’Oms tra il 2011 e il 2015.