La contraccezione non va in vacanza

279

“Finalmente vacanze! Tempo di relax, divertimento e viaggi. Si comincia preparando la valigia. Non dimentichiamo, tra vestiti, scarpe e costumi da bagno, le opportune protezioni per una sessualità in tutta sicurezza. In estate può capitare una passione inaspettata, che scotta quanto il sole e come ci proteggiamo dalle scottature con una buona dose di crema, allo stesso modo non dimentichiamo la pillola anticoncezionale e il preservativo per essere al sicuro da gravidanze indesiderate e malattie a trasmissione sessuale”, ricorda la SIC, Società Italiana della Contraccezione, che ogni anno sottolinea l’importanza di comportamenti sessualmente responsabili per la salute.

“Una corretta contraccezione è garanzia per la prevenzione di gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili (come papilloma virus, epatite C, clamidia, sifilide, Hiv ecc.); patologie in costante e preoccupante aumento, nei confronti delle quali è bene non abbassare mai la guardia, soprattutto in caso di rapporti con partner occasionali. Sul nostro sito si possono consultare le nostre linee guida, i nostri consigli e le informazioni utili sulla contraccezione”, ricorda il prof. Annibale Volpe, past president SIC.

“DOUBLE-DUTCH”: PRESERVATIVO E PILLOLA

La parola chiave da imparare e ricordare è “double-dutch”: preservativo e pillola contraccettiva per essere sicuri e protetti dalle malattie a trasmissione sessuale e da gravidanze indesiderate. Nel caso del profilattico ricordarsi di conservarlo al meglio per non metterne a rischio l’efficacia, evitando quindi di riporlo nel cruscotto dell’auto o nel portafoglio se non per un brevissimo lasso di tempo. Il preservativo non necessita di prescrizione medica, si trova anche nei supermercati e distributori automatici per un acquisto a tutte le ore ed è indicato per tutti a tutte le età. “Il preservativo – puntualizza Volpe – è ad oggi l’unico dispositivo in grado di contrastare efficacemente le malattie, quindi chiedere al partner conosciuto da poco di utilizzarlo non è ‘sconveniente’: è anzi un gesto di responsabilità e di rispetto reciproco.”

L’abbinamento poi con la pillola anticoncezionale è una soluzione ideale per evitare gravidanze indesiderate e anche il “fastidio” del ciclo mensile, in caso di formulazioni ad assunzione prolungata. “Nessun rischio per la salute. Anzi, la nuova frontiera sono proprio i preparati cosiddetti ‘stagionali’ che prevedono una somministrazione continuata con uno stop ogni tre mesi. Nessuna funzione della donna viene compromessa, e non appena il trattamento viene sospeso – conclude Volpe – tutto torna come prima.”