HIV: nuova terapia a compressa singola

292

La nuova terapia combinata a compressa singola a base di darunavir di Janssen dimostra risultati positivi in pazienti con HIV naïve al trattamento antiretrovirale. Il regime terapeutico completo in compressa singola a somministrazione unica giornaliera è altamente efficace nella soppressione virale, fornisce un’elevata barriera genetica allo sviluppo di resistenza e ha un profilo di sicurezza favorevole. I risultati dimostrano che la terapia giornaliera della combinazione di Janssen (darunavir/cobicistat/emtricitabina/tenofovir alafenamide fumarato [D/C/F/TAF]), a compressa singola, fornisce una soppressione virale efficace e duratura – ossia viremia a livello non rilevabile nella maggior parte dei pazienti – e un’elevata barriera genetica nei confronti dello sviluppo di resistenza grazie a darunavir, in pazienti con HIV-1 naïve a terapia antiretrovirale (ART).

“I risultati dello studio AMBER dimostrano che il regime terapeutico in associazione a compressa singola a base di darunavir boosterato e che comprende anche emtricitabina /tenofovir alafenamide fumarato (F/TAF) è stato altamente efficace e con profilo favorevole in termini di funzionalità renale e ossea rispetto a emtricitabina/tenofovir disoproxil fumarato (F/TDF). È stato molto ben tollerato ed è un regime a compressa singola a somministrazione unica giornaliera”, dichiara Chloe Orkin, Presidente dell’Associazione Britannica sull’HIV (BHIVA) e medico specialista presso il Royal London Hospital.