Fratture più frequenti nei soggetti con psoriasi

1158

I soggetti con psoriasi evidenziano un rischio di frattura da osteoporosi superiore del 26%, mentre quelli con artrite psoriasica evidenziano un rischio di frattura da osteoporosi superiore del 16% rispetto ai pazienti di controllo. Lo studio è stato pubblicato su Annals of the Rheumatic Diseases e coordinato da Alexis Ogdie della Perelman School of Medicine presso la University of Pennsylvania a Philadelphia. Nello studio i ricercatori hanno messo a confronto pazienti con artrite psoriasica, psoriasi e artrite reumatoide. È stato osservato che sia l’artrite psoriasica sia la psoriasi si associano a un aumento significativo delle probabilità di sviluppare fratture osteoporotiche. Lo studio, che ha avuto durata di 10 anni, ha coinvolto 150.000 soggetti adulti con psoriasi, 40.000 con artrite reumatoide e 820.000 pazienti di controllo sani.

La Psoriasi è una malattia mediata dai linfociti T che insorge in presenza di una crescita anormale dei cheratinociti (cellule della pelle), caratterizzata dalla comparsa di macchie ispessite, arrossate, infiammate e desquamanti. La sua forma più comune, psoriasi a placche, è costituita da macchie infiammate della pelle (“lesioni”) ricoperte da croste bianche argentee. Può essere limitata a pochi punti o può coinvolgere aree estese del corpo; ginocchia, gomiti, tronco e cuoio capelluto sono le zone in cui compare più frequentemente. Per quanto estremamente visibile, la psoriasi non è una malattia contagiosa. Anche se in commercio esiste una vasta gamma di farmaci che possono controllarne i sintomi, non c’è attualmente alcuna cura definitiva.