Fernando Aiuti, il celebre immunologo anti-AIDS, scomparso per una caduta

222

L’immunologo Fernando Aiuti, professore di fama mondiale, è morto al Policlinico Gemelli di Roma, dove era ricoverato. Il decesso è avvenuto a causa delle “complicanze immediate di un trauma da caduta dalla rampa delle scale adiacente il reparto di degenza” come riferisce lo stesso ospedale romano. Di conseguenza, sulla vicenda è stata aperta un’indagine e tra le ipotesi anche quella dell’omicidio colposo. Il prof Aiuti aveva 83 anni e aveva legato il suo nome alla ricerca sull’Aids, di cui certamente è stato pioniere. Nato a Urbino l’8 giugno 1935, Aiuti è stato ordinario di Medicina interna, direttore e docente della Scuola di specializzazione in allergologia e immunologia clinica, coordinatore del Dottorato di ricerca in Scienze delle Terapie Immunologiche all’Università Sapienza di Roma (1980-2007).

Lo specialista è stato fondatore e presidente onorario dell’Anlaids (Associazione nazionale per la lotta all’Aids) ed è considerato uno dei pionieri nello studio contro questa malattia. La sua carriera scientifica è documentata da oltre 600 pubblicazioni, delle quali 380 su riviste internazionali recensite da Pub Med (National Library of Medicine).