Disturbi dopo intervento alla prostata

671

DOMANDA

Il 5 settembre scorso sono stato operato di prostata col metodo TURP; tutto bene il post operatorio fino a quando mi sono accorto che mi è rimasta l’incontinenza. L’urologo che mi ha operato mi ha prescritto una prima volta l’uticran plus ma non è servito a fermare l’incontinenza; una seconda volta, dopo una visita sempre dallo stesso urologo che mi ha operato, e dal quale non vado più, mi ha prescritto il vesiker, che dopo tre giorni ho dovuto sospendere perché mi dava vomito e forte mal di stomaco perché soffro di disturbo gastroesofageo. Ora, pur bevendo regolarmente un litro e mezzo al giorno per via dei diverticoli, urino sempre regolarmente ma appena sento lo stimolo devo andare in bagno perché non riesco a trattenere l’urina nonostante tutti i miei sforzi. Di notte mi alzo ancora un paio di volte rispetto alle 3/4 volte di un po’ di tempo fa. Che cosa mi consiglia? Sono passati quasi 6 mesi ma il problema esiste ancora e sono sempre relegato in casa. Mentre la ringrazio, le porgo il mio più cordiale saluto.

Grazie,
Angelo

RISPOSTA

Dopo intervento di TURP qualche disturbo della minzione è possibile che persista per qualche mese. Certamente non è normale perdere l’urina o non riuscire a trattenerla. In questi casi, oltre alla visita dall’urologo, sarebbe consigliabile eseguire l’urinocoltura e, se necessario, i tamponi uretrali per escludere delle infezioni. Importante è anche però eseguire una flussimetria urinaria e una ecografia sovrapubica per la valutazione del residuo dopo minzione. Differente è il discorso se perde le urine dopo uno sforzo; in questo ultimo caso aiuta molto la riabilitazione del pavimento pelvico.