Depressione e artrite, un binomio spesso frequente dopo i 50 anni

618

Secondo un gruppo di ricercatori della University of North Texas di Denton (USA), dopo i 50 anni, depressione e artrite si verificherebbero spesso insieme, peggiorando gli esiti a livello di salute mentale e fisica. Per questo secondo la prof. Jessica Brooks, autrice dello studio, artrite e depressione, dovrebbero essere sempre ricercati: “I nostri risultati fanno luce sugli alti tassi di artrite riferita dai pazienti e diagnosticata dai medici tra gli adulti più anziani che soffrono di depressione di vario grado, per questo i medici dovrebbero considerare maggiormente lo screening della depressione e farlo di routine nei pazienti affetti da artrite.”

Lo studio ha preso in esame 4.792 persone con depressione e artrite riferita e diagnosticata dal medico; l’età media dei partecipanti era di 64,5 anni. Dai risultati è emerso che i tassi di prevalenza dell’artrite erano più elevati nei pazienti con depressione lieve (55,9%), moderata (62,9%) e grave (67,8%). I tassi, inoltre, aumentavano con l’età e i più elevati sono stati registrati tra i pazienti di età compresa tra 70 e 79 anni (55%) e tra gli ultraottantenni (57,1%). Viceversa, tra i partecipanti con depressione di vario livello, i tassi di artrite variavano dal 53,1% al 73,7%, con i valori più alti di prevalenza nelle fasce di età 50-59 anni e 60-69 anni. Infine, i tassi di artrite sono risultati più bassi tra coloro che non erano depressi, il 38,2%. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista International Journal of Geriatric Psychiatry.