Cause della sindrome dell’arto fantasma

402

La Sindrome dell’Arto fantasma è conosciuta da molti anni ma le cause che la determinano non sono ancora chiare. È caratterizzata dalla sensazione di persistenza di un arto o di un segmento corporeo in seguito alla sua rimozione o asportazione. Certamente non si tratta di un disturbo psichico, in quanto è presente in circa l’85% dei soggetti, anche se le sue caratteristiche possono variare di soggetto in soggetto. Oggi la scienza scopre il perché della “sensazione” dell’arto fantasma, che avviene quando un braccio o una gamba sono amputati, e le cause sembra risiedano tutte nel cervello, anche se la stimolazione è sempre periferica. Infatti, dopo l’amputazione di un arto le aree cerebrali responsabili del movimento e della sensazione alterano la loro comunicazione funzionale. A sostenerlo sono alcuni ricercatori brasiliani del D’Or Institute for Research and Education e dalla Federal University di Rio de Janeiro.

Lo studio, spiegano i ricercatori, rappresenta un passo in avanti per la comprensione di un fenomeno chiamato “plasticità cerebrale”, che altro non è che la capacità del cervello di adattarsi in risposta alle situazioni della vita quotidiana. Come conseguenza del tocco del moncone, le aree sensibili e motorie del cervello dei pazienti hanno mostrato in questo studio uno schema anormale di comunicazione tra gli emisferi destro e sinistro, probabilmente come conseguenza del corpo calloso (porzione cerebrale) alterato. Lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports.